www.polito.it
Career Services
PORTALE DELLA DIDATTICA
Stampa pagina
Progetti e programmi di Ateneo
E4E - EMPOWERMENT FOR EMPLOYABILITY
In  riferimento alla “Carta europea dei ricercatori”, che prevede, tra le altre, specifiche azioni volte al potenziamento e all’implementazione dei servizi di placement per assegnisti di ricerca, nel 2017 il Politecnico ha riattivato il progetto - avviato sperimentalmente nel corso del 2015 - con specifiche attività di avvicinamento al mondo del lavoro, di rafforzamento delle competenze trasversali e di self branding.

Il progetto “Empowerment for Employability” vede infatti, il coinvolgimento di professionisti dell’orientamento e dell’outplacement ed ha come obiettivo la valorizzazione degli assegnisti di ricerca nell’ottica di un potenziamento della loro carriera professionale.



Il nuovo ciclo formativo sarà attivato a partire del mese di ottobre/novembre 2021 con un percorso di 5 moduli, in cui si affronteranno in 5 step la costruzione del piano di carriera di ciascun partecipante definendo gli obiettivi professionali finalizzati all'inserimento nel mondo del lavoro:
  • 1 sessione - Consapevolezza rispetto alle conoscenze e potenzialità dei profili altamente qualificati;
  • 2 sessione - Definizione del profilo professionale;
  • 3 sessione - Simulazioni pratiche per l'utilizzo di principali strumenti necessari al selfbranding e alla comunicazione efficace; 
  • 4 sessione - La contrattualistica nel mercato del lavoro e i percorsi di autoimprenditorialità;
  • 5 sessione - Confronto con il mondo aziendale attraverso l’inoltro da parte del Career Service dei curricula alle aziende partner interessate.

Per essere coinvolti come azienda nel progetto e prendere visione dei CV degli assegnisti di ricerca che partecipano al percorso è possibile scrivere a e4e@polito.it
TIROCINI CURRICULARI PER I GIOVANI TALENTI DI LAUREA TRIENNALE
Il  progetto “Percorso per i Giovani Talenti”,  attivato dall’Ateneo in collaborazione con la Fondazione CRT, ha come obiettivo quello di sviluppare le potenzialità dei migliori studenti delle lauree triennali.
Il percorso vede, ad oggi, la partecipazione di 400 studenti dell’area dell’Ingegneria che si sono distinti per aver ottenuto i migliori risultati nei test d’ingresso e nelle successive attività accademiche.

Agli studenti partecipanti viene data l’opportunità di integrare il percorso di studio con ulteriori attività formative per implementare le competenze multidisciplinari. Nello specifico gli studenti partecipano a School tematiche e affrontano casi studio per sviluppare capacità di problem solving e di lavoro in team. 

Il progetto prevede il coinvolgimento di partner aziendali tramite l'attivazione di tirocini curriculari. Questa attività rimane, infatti, un’insostituibile esperienza che permette agli studenti di acquisire i primi strumenti di orientamento professionale concretizzando le competenze acquisite.

Offrire tirocini di qualità ai nostri studenti non è solo un’importante occasione di formazione per i tirocinanti ma anche una proficua opportunità per le aziende per entrare in contatto con profili di eccellenza provenienti dal nostro Ateneo.

I tirocini potranno avere una durata minima di 200 ore (8 crediti) fino ad un massimo di 350 ore (14 crediti) a seconda del corso di studio al quale gli studenti sono iscritti (ingegneria aerospaziale, biomedica, chimica, materiali, autoveicolo, elettrica, elettronica, energetica, fisica, informatica, meccanica e matematica).

Per informazioni:
email: tirocini@polito.it - tel: 011/090.5752- 6768
APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE E RICERCA
Il Politecnico di Torino e la Regione Piemonte programmano percorsi di apprendistato di alta formazione e ricerca per l’acquisizione dei titoli di Laurea triennale e magistrale, Master, Dottorato e per Attività di Ricerca. 
Che cos’è l’Apprendistato di Alta Formazione e di Ricerca 
L’apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione ed alla occupazione di giovani tra i 18 e i 29 anni di età; l’apprendista, come corrispettivo della prestazione lavorativa, riceve non solo la retribuzione, ma anche una formazione professionale.

Vista la necessità di mettere a disposizione delle imprese giovani ad elevata qualificazione, in grado di migliorarne la capacità di innovazione, aspetto ormai imprescindibile nell’ambito dell’attuale paradigma competitivo, la Regione Piemonte programma percorsi in apprendistato di alta formazione e di ricerca per l’acquisizione dei seguenti titoli:
  • Laurea triennale, magistrale o professionalizzante
  • Master universitario di I e II livello
  • Dottore di Ricerca
  • Attività di ricerca
I predetti percorsi formativi, si caratterizzano per un’intensa cooperazione tra Atenei e imprese e, valorizzando il lavoro quale processo di apprendimento, contribuiscono allo sviluppo di competenze realmente rispondenti alle specifiche esigenze del sistema economico, coerenti con i fabbisogni di competenza espressi dalle imprese piemontesi.

Proprio perché si tratta di un “contratto formativo”, all’esperienza lavorativa si alternano momenti di formazione, che possono svolgersi sia all’interno dell’impresa sia all’esterno, presso strutture formative accreditate, che permettono ai giovani di acquisire un titolo di studio.

L’apprendistato di Alta formazione e di ricerca permette alle imprese di assumere risorse umane altamente qualificate che vengono formate secondo le proprie esigenze: l’impresa che assume un apprendista con un contratto di apprendistato di Alta formazione e di ricerca, infatti, collabora con gli atenei alla definizione del progetto formativo e in seguito, individua adeguate forme di coordinamento con gli stessi, nella fase di gestione.

L’impresa inoltre, deve favorire, al proprio interno, condizioni organizzative, strutturali e professionali tali da consentire all’apprendista la formazione per l’acquisizione del titolo di studio cui è finalizzato il contratto di apprendistato.

Forma e vincoli contrattuali, vantaggi economici e sgravi contributivi
I percorsi sono rivolti a giovani e adulti, con età inferiore ai 30 anni, assunti ai sensi dell’art. 45 del D. Lgs. 81/2015 presso imprese operanti sul territorio piemontese.

Aspetti contrattuali
Possono stipulare contratti di apprendistato tutti i datori di lavoro di imprese private appartenenti a tutti i settori di attività.
La durata del contratto non può essere inferiore a 6 mesi ed è pari al massimo alla durata ordinamentale dei relativi percorsi. Il numero complessivo di apprendisti che un datore di lavoro può assumere non può superare il rapporto di 3 a 2 rispetto ai lavoratori specializzati e qualificati in forza.
L’assunzione di un apprendista si attiva secondo quanto stabilito dal contratto collettivo di riferimento, dove si specificano regole inerenti il salario, l’orario di lavoro, ferie ecc.

Retribuzione e vantaggi fiscali ed economici
La retribuzione, per la prestazione lavorativa, è stabilita secondo il CCNL e si applica il compenso spettante in base all’inquadramento o sotto-inquadramento previsto. Si segnala che la retribuzione dell’apprendista può aumentare nel corso del percorso formativo.
Il contratto di apprendistato consente all'azienda di assumere e formare le nuove professionalità ad un costo del lavoro vantaggioso, in quanto sono previste diverse agevolazioni economiche e fiscali.

Documentazione da allegare al contratto
Ai fini dell’attivazione del contratto di apprendistato di Alta Formazione e di Ricerca, l’istituzione universitaria o di alta formazione e il datore di lavoro devono sottoscrivere un protocollo, redatto sulla base dello schema approvato con decreto interministeriale 12 ottobre 2015, che definisce i contenuti, la durata e l’organizzazione didattica della formazione interna ed esterna all’impresa ed anche la tipologia dei destinatari del contratto (individuando potenzialmente più percorsi in apprendistato per più titoli di studio). Il contratto di apprendistato deve essere stipulato in forma scritta, unitamente al Piano formativo individuale (PFI) che può essere redatto in forma sintetica all’interno del contratto.

Contatti
Per ricevere maggiori informazioni sull’iniziativa o per proporre un progetto di Apprendistato di Alta Formazione e ricerca è possibile contattare gli uffici competenti dell'Ateneo ai seguenti riferimenti:
 Per maggiori informazioni è possibile visitare il sequente link:
Regione Piemonte - Apprendistato

Lauree triennali, magistrali e professionalizzanti in Apprendistato di Alta formazione e di ricerca
Destinatari
Possono essere assunti con la presente tipologia contrattuale studenti universitari di età compresa tra i 18 e i 29 anni iscritti a un percorso di Laurea triennale o magistrale o professionalizzante.

Articolazione e durata dei percorsi
In considerazione della possibilità di effettuare un’iscrizione part time, sulla base di quanto definito dai Regolamenti didattici di ateneo e tenuto conto dei requisiti di accesso in termini di CFU di cui al paragrafo precedente, la durata del contratto per il conseguimento del titolo di Laurea non può essere inferiore a 6 mesi e ed è pari, nel massimo, alla durata ordinamentale dei relativi percorsi. Il termine del periodo di apprendistato coincide con la data di conferimento del diploma o della discussione della tesi.

Formazione prevista

Gli standard formativi dei percorsi di Laurea triennale e magistrale sono definiti in osservanza degli ordinamenti universitari vigenti.
Assunto a base di calcolo il numero dei crediti formativi previsti, la durata complessiva del percorso è ripartita, di norma, come segue:
  • formazione esterna, svolta presso l’istituzione universitaria/accademica: non superiore al 60% del numero di ore previste nell’ambito dei crediti formativi del percorso;
  • formazione interna, svolta presso l’impresa: pari alla differenza tra le ore del percorso formativo ordinamentale e le ore di formazione esterna. La formazione interna deve comprendere anche lo studio individuale.
Il percorso di formazione interna ed esterna all’impresa deve garantire una programmazione idonea al conseguimento del titolo in esito.